Buon salve a tutti, clienti e semplici curiosi!

E’ iniziato il nostro 9° anno di attività col metodo Tomatis, (precedentemente ero solo psicologo)  avviatasi a Firenze nel settembre del 2009…

Io sono Leopoldo Tacchini, psicologo perfezionato in Italia ed in Belgio nel metodo Tomatis secondo l’insegnamento del Mozart- Brain- Lab di Sint-Truiden, (Bruxelles) Istituto approvato dallo stesso Prof. Tomatis;  nel trattamento dei disturbi specifici di apprendimento a Roma  ed in naturopatia funzionale a Milano e Roma.  Per maggiori dettagli vi rimando al menù principale, dove troverete anche il mio curriculum.

Dall’inizio del mio percorso le tappe fondamentali sono state:

2009: avvio dell’attività privata di terapista Tomatis, dopo aver lavorato come psicologo;

2011: perfezionamento nel campo dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento”: (dislessia, ecc)

2012: seminario sulle nuove possibilità offerte dalla “terapia a casa”;

2013: realizzazione di un sistema personale per la “terapia a casa” la realizzazione pratica del sistema riproduttore è stata affidata all’ Ing. Davide Sciuti ed avvio della sperimentazione.

2014: formazione ministeriale a Roma sui DSA;

2015: sperimentazione del programma I-ear realizzato dal mio collega dr. Diego Taccuso che permette la terapia a casa con Ipad di Apple a costi ridottissimi

2016: introduzione nella terapia delle novità tecniche di programmazione proposte dallo stesso Diego Taccuso

2017: perfezionamento in Kinesiologia Applicata (tecnica di medicina olistica) secondo l’insegnamento e il metodo del dr. Mauro Stegagno (cardiologo) e della dr.ssa Carmela Travaglini (pediatra)

registrazione di nuovi file musicali (Chandos Anthem di Handel)

Quali novità introdurrò, dunque, per il 2018?

Fondamentalmente due.

A livello di tecnica Tomatis la proposta di nuovi brani corali  in alternativa ai gregoriani (Chandos Anthem e canti di Taizé) e la sperimentazione di un nuovo protocollo terapeutico che recepisce l’esperienza di questi ultimi anni.

A livello più ampio: specializzazione in diagnosi e trattamento dei disturbi specifici dell’apprendimento a Milano secondo i protocolli AIRIPA facenti capo al Prof.  Cesare Cornoldi, noto specialista italiano dei DSA.

Sul secondo punto c’è poco da dire, se non che si tratta di un approfondimento, avendo già conseguito il perfezionamento per la diagnosi e trattamento dei disturbi di apprendimento.

Riguardo al primo punto avevo già parlato della necessità di offrire un’alternativa ai gregoriani, che sono un caposaldo della terapia Tomatis tradizionale.

L’esperienza mia e di altri ha chiaramente dimostrato che il gregoriano, pur avendo un alto valore musicale, non è a tutti gradito, e rischia quindi di perdere molto del suo valore, se ascoltato con riluttanza. In particolare, difficilmente è apprezzato dagli adolescenti, ed un certo numero di soggetti lo trovano noioso e pesante. Perché, allora, non offrire un’alternativa? Tenuto anche conto che è difficile dimostrare che la terapia abbia minor efficacia senza di essi. D’altro canto, sono d’accordo che se il soggetto li gradisce hanno un grande valore, sia spirituale che strettamente neurofisiologico, risultando cioè efficaci per il rilassamento del sistema nervoso. Le alternative che pensiamo di sperimentare, solo per i soggetti che dimostreranno un adeguato apprezzamento sono: i Chandos Anthem di G. F. Handel, opera squisitamente laica ma di grande bellezza corale; i canti di Taizé. Si tratta di canti nati appunto nella comunità Cristiana ecumenica di Taizè, Francia. In genere sono maggiormente graditi ai giovani rispetto al gregoriano. La loro struttura melodica è semplice e ripetitiva. Questi canti prevedono la ripetizione per pochi minuti di due semplici strofe, in modo da realizzare una sorta di mantra meditativo, ma di grande bellezza armonica. A questa semplice tessitura si può sovrapporre il contrappunto di una voce solista. Di particolare fascino è la declinazione del canto, originariamente pensato in Inglese, in molte lingue, anche di paesi lontani come l’Indonesia e l’India. Invito gli interessati ad ascoltare su You Tube i canti di  Taizé  per farsi un’idea. Come sempre resto a disposizione.

Leopoldo Tacchini

 

Dopo la pausa estiva: quali novità per l’anno 2017-2018?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *