Una raccolta in divenire delle domande più frequenti che solitamente mi vengono poste riguardo il Metodo Tomatis

 

Quali sono i miglioramenti più spesso osservabili nei bambini?
Nel trattamento dei bambini, con disturbi lievi o severi, il Metodo è particolarmente efficace. I miglioramenti si manifestano spesso dopo poche settimane dall’inizio del lavoro.

Il sistema nervoso dei bambini, essendo in formazione, reagisce molto intensamente alla cura, con miglioramenti in tutte le facoltà cognitive, ed in special modo nella sfera del linguaggio e della lettura, dell’apprendimento, del comportamento e della motricità. Il linguaggio, in particolare,  migliora molto rapidamente.
Il bambino dopo le sessioni di musica filtrata ad alta frequenza,.spesso è più calmo ed attento.
Cfr. anche in specifico i campi d’azione e gli studi sul metodo.
Negli adulti, quali sono gli effetti benefici?
Come meglio specificato nella sezione dei campi d’azione, il Metodo è particolarmente efficace nei disturbi d’ansia e stress. Ma anche in assenza di problemi clinici, incrementa il benessere generale, stimolando la creatività, l’energia e la concentrazione.
Favorisce l’apprendimento e la memoria e migliora la qualità del sonno, riducendo i disturbi psicosomatici.
Per la depressione ed i disturbi di personalità ha un effetto senz’altro benefico, sia da solo che in combinazione con altri strumenti

Con che velocità si osservano i miglioramenti?
Le reazioni individuali sono variabili. I bambini reagiscono in genere molto rapidamente. Essi possono mostrare miglioramenti già dopo pochi giorni. Per gli adulti può occorrere qualche settimana. Occorre poi distinguere tra miglioramenti superficiali, come una sensazione di benessere generale, e risultati più profondi e duraturi, come i miglioramenti scolastici.
In ogni caso, applicando la terapia corretta, i miglioramenti non si fanno attendere

I risultati ottenuti rimangono nel tempo?
Di regola i risultati si mantengono a lunga scadenza. Il nuovo equilibrio raggiunto di regola ha una buona stabilità.
Per i bambini può essere opportuno un controllo dopo 6 mesi/un anno dal termine del lavoro.
Ovviamente dopo un evento stressante della vita ci può essere un peggioramento. In certi casi può essere indicato un breve ciclo di riequilibrio ogni tanto
A quale età è più opportuno intervenire?
Prima si interviene, migliori sono i risultati, per quanto riguarda i problemi dello sviluppo nei bambini. La terapia si può effettuare già nel primo anno di vita.
Naturalmente anche con gli adulti si possono ottenere ottimi risultati, in problemi attinenti la sfera psicologica o per il canto.
D’altro canto, persino gli anziani regiscono molto bene agli effetti energizzanti del trattamento.
[/learn_more]

Il Metodo può essere pericoloso?
Il Metodo non è mai pericoloso, perché è concepito per migliorare la fisiologia dell’orecchio umano. Anche sul sistema nervoso gli effetti non sono mai bruschi o inaspettati.
I primi giorni di cura gli adulti particolarmente sensibili potrebbero sentirsi leggermente irritati, ma l’effetto non dura più di una o due settimane. In ogni caso possiamo sempre ridurre l’intensità della terapia. Alcuni medici, che non hanno nozioni aggiornate in proposito, ritengono che sia meglio che il trattamento sia somministrato sotto controllo medico. Ciò è falso, prova ne sia che in tutto il mondo i più famosi allievi di Tomatis non sono medici. Naturalmente in molti casi può essere molto utile la visita specialistica dell’otorino, dell’audiologo o di altro professionista. In questi casi io sono il primo a consigliarla.
Quali sono i primi progressi osservabili?
In genere si avverte presto un miglioramento del benessere generale e del sonno. I bambini sono più calmi e concentrati. Il linguaggio a volte migliora molto rapidamente.

Quanto dura in media la cura?
Non possiamo dare una regola categorica, ma in molti casi sono sufficienti tre cicli intensivi, effettuati in un lasso di tempo di circa 6 mesi. Ovviamente bambini con gravi handicap richiedono un intervento che li segua durante la crescita. In questi casi può essere utile intervenire ad intervalli regolari.

Qual è la differenza con altri trattamenti che usano il suono come cura?
Vi invito a leggere la sezione: “il metodo Tomatis”. L’abbiamo detto subito: nel nostro Metodo la musica o la voce sono sottoposti a delle filtrazioni ed oscillazioni elettroniche, che hanno lo scopo di sottoporre l’orecchio ed il sistema nervoso ad una particolare “ginnastica”. Inoltre i programmi sono personalizzati, perchè mirano ad ottenere il miglioramento del test d’ascolto. Tutto ciò che non ha queste caratteristiche non è Tomatis!
Il Metodo Tomatis può essere combinato con altri trattamenti?
Certamente! Tutte le tecniche mente-corpo sono perfettamente integrabili. Dallo shiatsu alla psicoterapia, alla naturopatia. Anzi molti terapisti Tomatis, come il sottoscritto, si interessano od applicano questi approcci. Colgo l’occasione,tuttavia, per raccomandarvi di non fare quattro terapie contemporaneamente! Chi lo fa non ha compreso l’importanza e la profondità di ciascun approccio.
Quando un bambino o adulto inizia Tomatis non deve fare contemporaneamente danza, piscina od altro, perché il trattamento richiede del tempo libero per riposare e stare con se stessi.
Perché le sessioni di ascolto sono intensive?
Ognuno di noi, quando impara una nuova disciplina o studia uno strumento musicale farà ben pochi progressi se si applica una sola volta alla settimana!
Il Metodo può essere visto come una “ginnastica” e un riequilibrio dell’orecchio e del sistema nervoso. Quindi un impegno di poche ore la settimana produrrà pochi risultati, oltre ad allungare molto i tempi della cura. Un impegno intensivo, invece, garantisce ottimi risultati in pochi mesi
Perché sono previste pause?
Le pause permettono di dare tempo al sistema nervoso di consolidare e integrare i miglioramenti ottenuti. Inoltre, l’esperienza pratica in tutto il mondo dimostra che in questo modo i risultati sono migliori.
Perché si utlizza la musica di Mozart ed il canto gregoriano?
Anche qui l’esperienza ha dimostrato che si ottengono migliori risultati sul maggior numero di persone. In più Mozart risulta l’Autore più gradito ai bambini e a culture e personalità molto diverse.

Perché si utilizza musica filtrata ad alta frequenza?
Secondo Tomatis le alte frequenze “ricaricano” e agiscono sulle facoltà cognitive superiori, migliorando le curve di ascolto.
Inoltre aiutano il sistema nervoso dei bambini, in un certo senso, a ripercorrere le prime fasi della vita. Questo è molto importante, tanto più se tali fasi non erano state vissute nel modo migliore
Il Metodo Tomatis è utile in caso di perdita di udito?
E’bene essere molto chiari al riguardo: attualmente non esiste nessuna cura risolutiva per le sordità causate da lesioni organiche dell’orecchio. Tuttavia il Metodo può aiutare il sistema nervoso ad analizzare meglio il segnale in arrivo, per quanto sia debole. In altre parole, anche le persone portatrici di protesi spesso riferiscono di comprendere meglio il parlato dopo il trattamento.
La cura è molto costosa?
In Italia gira voce che questa terapia sia molto costosa. Questo è il risultato di certe scelte, a mio avviso totalmente errate, che sono state fatte nel nostro Paese e non solo qui.
Il mio orientamento va in direzione opposta.
Nei Paesi Bassi la cura costa meno della metà dell’Italia. Oggi grazie alle nuove tecnologie questo è possibile.

Io applico un costo orario, rispetto ad una psicoterapia, che è meno della metà.
In aggiunta, applico particolari sconti per il trattamento di problemi che richiedono interventi superiori ai sei mesi.
Occorre molto tempo libero?
Abbiamo già detto che la cura è intensiva, quindi per raggiungere ottimi risultati in pochi mesi occorre un impegno di diverse ore alla settimana per tre/quattro settimane. Il mese successivo è di riposo.
Questa particolare tempistica, che comporta più sedute settimanali, ha costretto molte persone che abitano lontane dai Centri o che non stanno bene a rinunciare alla cura.
Da pochissimi anni è stato possibile eliminare questo problema, con l’uso delle moderne tecnologie.

E’ oggi possibile effettuare la terapia comodamente a casa propria, per chi non ha tempo o abita lontano, utilizzando un apparecchio portatile.

In questo modo basta recarsi ai controlli al massimo una volta ogni 15 giorni.
Il sottoscritto è tra i primi ad applicare questo nuovo sistema, ancora pressochè sconosciuto in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *